Test combinato: che cos'è?

Che cos’è il test combinato? E quando si deve fare? Lo scopo di questo esame è quantificare il rischio che il feto possa essere portatore di qualche malattia, come per esempio la Sindrome di Down. Il test combinato, quindi, non pone alcuna diagnosi, ma esprime una probabilità. Il rischio che il bambino sia affetto da una patologia viene espresso in termini statistici percentuali e, in base al risultato del test combinato, le donne devono eventualmente approfondire o meno la propria situazione con ulteriori esami.

L’esperta Faustina Lalatta, responsabile dell’Unità di Genetica Medica presso la Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano, spiega da quali analisi è composto il test combinato e quando sono necessari altri esami, come villocentesi e amniocentesi.