Fumo di terza mano: sai di cosa si tratta?

Pochi ne conoscono il significato, ma tutti ne sono esposti. Con fumo di terza mano si intendono tutti i residui, in gas e particelle, che rimangono sui capelli, sui vestiti e sulle superfici degli ambienti esposti al fumo. Questi residui non solo sono colpevoli del cattivo odore che caratterizza la aree adibite ai fumatori o una macchina in cui è stata appena spenta una sigaretta, ma fanno anche male alla salute.

Molti genitori pensano che fumare lontano dal proprio bambino non li esponga all’inalazione delle sostanze cancerogene derivanti dalla combustione di tabacco. In realtà, come dimostrato da uno studio recente pubblicato su Plos One e come sottolineato nella video-intervista da Giulia Pasello, dirigente medico, UOC di Oncologia 2, Istituto Oncologico Veneto di Padova, il fumo di terza è dannoso tanto quanto il fumo diretto.