Ecografia del primo trimestre: a cosa serve?

I primi tre mesi di gravidanza, si sa, sono i più delicati perché rappresentano il periodo in cui si formano e crescono le strutture fondamentali dell’embrione. Il rischio di aborti spontanei in questo periodo è più alto che nei mesi successivi. Per questo motivo, durante il primo trimestre (ma in realtà anche dopo) la futura mamma deve seguire un fitto schema di visite di controllo dal ginecologo, tra esami ed ecografie, per monitorare costantemente la sua salute e quella del nascituro.

Tra questi esami troviamo anche l’ecografia ostetrica del primo trimestre, che è il primo vero “incontro” dei futuri genitori con il nascituro. A quali domande deve rispondere questo esame e quando deve essere eseguito? La parola a Stefano Acerboni, ginecologo di Humanitas San Pio X di Milano.