Cos'è la febbre da caldo?

A soffrire le alte temperature estive non sono solo anziani e adulti, ma anche i più piccoli. Quando la colonnina di mercurio inizia a sfiorare i 40 gradi, infatti, possono esserci delle conseguenze sulla temperatura corporea dei bambini. Se non ci sono altri sintomi, gli esperti invitano i genitori a non allarmarsi, in quanto si tratterebbe di una semplice febbre “da caldo”. Nel video spieghiamo di cosa si tratta e a quali sintomi fare attenzione.

Tuttavia, prevenire la febbre da clado è possibile. Prima di tutto è meglio evitare i pannolini di plastica, che insieme all’accumulo di urine possono favorire la comparsa di eritemi e forme iniziali di ustioni. Poi, utilizzare tanta acqua: appena il bambino è sudato e surriscaldato una doccia ha un effetto lenitivo, mentre durante la giornata fatelo bere il più possibile.