Test genetici volontari: il consiglio dell'esperta

La consulenza con il medico genetista permette di determinare la familiarità della coppia verso certe patologie e proporre degli esami specifici, ma alcuni test genetici possono essere anche scelti volontariamente dai futuri genitori. Una coppia sana, senza nessuna familiarità o casi particolari, ha un rischio del 3% di avere un figlio con un difetto congenito, cioè malformazioni, malattie ereditarie o anomalie cromosomiche. Nonostante questo, molte coppie decidono di sottoporsi volontariamente ad alcuni esami genetici. In Italia non è vietato farlo, basta sostenerne le spese.

L’esperta Faustina Lalatta, responsabile dell’Unità di Genetica Medica presso la Clinica Mangiagalli del Policlinico di Milano, spiega nel video qual è, secondo lei, la scelta migliore da fare tra i pannelli di test genetici disponibili.