Proteine: le giuste porzioni nella dieta di un bambino

L’ideale per i bimbi, ormai lo sappiamo, è fare cinque pasti al giorno: colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena. Ogni genitore, quando prepara da mangiare ai propri figli, dovrebbe lasciarsi ispirare dalla dieta mediterranea, povera di grassi saturi e di proteine animali, ma ricca di carboidrati, fibre e antiossidanti naturali. I cibi che popolano questa dieta sono la pasta, il pane, i legumi, il latte e i formaggi magri, la frutta, la verdura, il pesce e l’olio d’oliva.  Le proporzioni giornaliere di nutrienti che deve assumere un bambino sono le seguenti: 55-60% delle calorie dovrebbe arrivare dai carboidrati complessi, il 15% circa dalle proteine, il 25-30% dai grassi. Del totale delle calorie, invece, il pranzo dovrebbe fornirne il 40%, la cena il 25%, la colazione (abbondante!) il 20% e, infine, gli spuntini il 15% al massimo. La Federazione dei pediatri (Fimp) suggerisce la quantità che un bambino dovrebbe mangiare dei singoli cibi, ma non si può mai generalizzare. Le porzioni di proteine che vi diamo nel video vanno bene dopo gli 11 anni, mentre per i bambini fino ai 7 anni vanno dimezzate e per quelli dagli 8 ai 10 anni vanno ridotte di un terzo.