Bevande: la giusta quantità nella dieta di un bambino

Il fatto che il 36% dei bambini della scuola primaria sia obeso o in sovrappeso è un dato preoccupante, ma forse lo è ancora di più il fatto che tra le loro mamme, 4 su 10 non ritengano che il figlio abbia un problema di peso. Se si considera che l’educazione alimentare è compito innanzitutto dei genitori, quando questi non riescono a trasmetterla in modo adeguato scatta il via libera a merendine, bis a tavola e, soprattutto, bevande zuccherate durante i pasti, tra cui le dannose Coca-Cola, Sprite, Fanta e vari succhi ricchi di zuccheri aggiunti. Niente di più sbagliato! Ogni tanto uno strappo alla regola si può fare, ma altrimenti le uniche bevande consentite tutti i giorni sono l’acqua e il latte: più naturale di così…!

La Federazione dei pediatri (Fimp) suggerisce le quantità che un bambino dovrebbe assumere di acqua e latte ogni giorno. Dal momento che non si può mai generalizzare, le quantità che vi diamo nel video vanno bene dopo gli 11 anni, mentre per i bambini fino ai 7 anni vanno dimezzate e per quelli dagli 8 ai 10 anni vanno ridotte di un terzo.